Giuditta Arecco a LaMiaRadio: RDS Academy? Grande innovazione

24.02.2018



Ligure, 32 anni, Giuditta ha lavorato per 10 anni in una radio locale, senza rinunciare anche a presentare eventi e manifestazioni. Poi la grande occasione nel 2014 con i casting per RDS Academy e successivamente la partecipazione al  programma televisivo dove ha trionfato. Da lì per Giuditta Arecco inizia una nuova vita, si aprono le porte del grande network. Con Filippo Firli forma una coppia affiatata, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 19 alle 22 e la domenica mattina dalle 9 alle 13. Abbiamo rivolto alcune domande alla giovane speaker di Varazze, dai suoi inizi in radio fino al salto a RDS.

Giuditta, dal 2014 sono già passati tre anni, quale bilancio senti di tracciare della tua esperienza a RDS?

Ho la fortuna di fare il lavoro più bello del mondo, ti dispiace se riassumo il bilancio in due parole? Sono felice.

 Come va il tandem lavorativo con  Filippo Firli? C’è qualcosa che apprezzi particolarmente in lui e quali sono i vostri punti di forza?

Filippo è fantastico, siamo molto amici oltre che colleghi, e lui per me, al di là dell’affetto, è uno dei più bravi conduttori radiofonici in senso assoluto. Non so scegliere una sola cosa che apprezzo di Fil, ha una padronanza ed una tecnica incredibili, ha conoscenze musicali sopra la norma, è meraviglioso. Credo che la nostra forza come coppia sia l’affiatamento, nessuno cerca di prevaricare l’altro e c’è un sincero rispetto, umano e professionale, credo che questo si senta ascoltandoci.

                     firli

Sei stata la prima a vincere RDS Academy, il primo talent per speaker radiofonici. Poi altre tre edizioni. Secondo te quali sono le differenze tra voi che avete battezzato il programma e coloro che ne prendono parte ora?

Beh senza dubbio la consapevolezza. Nella prima edizione non sapevamo cosa ci aspettasse, non sapevamo che prove avremmo affrontato, ne’ cosa sarebbe successo dopo, eravamo mossi da una sincera ed a tratti “insana” passione, ho scelto questo aggettivo perché per buttarsi in un’avventura così senza sapere minimamente cosa aspettarsi, bisogna essere un po’ pazzi. Ovviamente i ragazzi delle altre edizioni sapevano già cosa sarebbe successo, ma ogni volta che vedo arrivare i nuovi concorrenti, vedo nei loro occhi la stessa ansia e la stessa fame che avevamo noi.

 Cosa rispondi a chi dice che quella di RDS Academy sia solo un’operazione di marketing?

Io credo che RDS academy sia prima di tutto una grande innovazione per la radio in generale. È un modo per aprire le porte di un network sia al pubblico (che vede come funziona dietro le quinte) sia agli aspiranti speakers. Definirla semplice marketing mi sembra a dir poco riduttivo.

 Prima di debuttare a RDS quale era il tuo/tua speaker preferito e perché?

Fare questa domanda è come chiedere “Qual è la tua canzone preferita?” Nessuno ne ha solo una… Ho sempre ascoltato Fiorello, Linus, ma anche Anna Pettinelli, Rosaria Renna, lo stesso Filippo Firli, Marco Galli, Gigi Ariemma…. L’elenco sarebbe ancora lungo, come faccio a sceglierne uno solo?

 Quanto sono stati importanti i dieci anni in una radio locale, ricordi un aneddoto in particolare?

Sono stati fondamentali, mi hanno insegnato che se vuoi ottenere  qualcosa in qualsiasi ambito, devi fare dei sacrifici. Ho fatto anche due, tre lavori per mantenermi, ma la radio non l’ho mai abbandonata, anche quando non bastavano le 24 ore per fare tutto. Una delle cose che ricordo con più commozione sono le dirette in esterna, avevamo trovato un modo per mandare il segnale audio da remoto direttamente al mixer della diretta, ma per farlo serviva tantissima attrezzatura, e lo staff per il tour eravamo soltanto io ed un’altra donna, a volte Donatella a volte Alessandra. Beh, ricordo che trascinavamo due computer, una cassa preamplificata pesantissima, mixer, microfoni ed altre mille cose avanti e indietro per le spiagge liguri, arrivavamo al momento dello show sudate e sfatte!

 La radio è stata data spesso per morta e invece vive un periodo di grande giovinezza. Secondo te perché questo mezzo non muore mai e anzi sa rinnovarsi costantemente? 

Perché la voce è il primo mezzo di comunicazione che impariamo ad usare e la voce non mente. Quando guardi la televisione sei distratto dalle immagini, ma hai sempre la percezione che ti possano venir dette delle bugie, la radio non le dice. Quando ascolti un conduttore stai ascoltando proprio lui, così come è, quelli che recitano, che creano un personaggio li sgami subito. Viviamo in un’epoca in cui la sincerità è difficile da trovare, credo sia dovuta a questo la rinnovata giovinezza della radio, LEI non morirà mai.

                 giu

 Da ascoltatrice preferisce la radio “parlata” o più quella delle playlist?

In linea generale quella parlata, le playlist le ascolto solo quando sono in palestra.

Prima di iniziare nelle radio locali, quando e come hai capito che la radio poteva diventare un lavoro per te?

Il primo annuncio in radio l’ho fatto a due anni e mezzo, quando sono nata mio padre faceva già radio da 10 anni, semplicemente LEI c’è sempre stata.

Quale personaggio ti piacerebbe intervistare?

Thom Yorke, il cantante dei Radiohead, ma anche David Gilmour, Woody Allen, ma vorrei chiedere un paio di cose anche ad alcuni politici.

In questi anni di crescita a RDS, ti è capitato di avere qualche offerta da un altro grande network?

Se fosse successo, mi dispiace ma non te lo direi. 

Antonio Tortolano



Altre news


RDS Music Marathon 2018

19.03.2018

Sogni di esibirti durante la maratona musicale p…


The Voice of Italy 2018 ai nastri di partenza

15.03.2018

La quinta edizione di The Voice of Italy 2018, ve…


Amici17: come assistere al serale?

15.03.2018

Ti piace cantare o ballare vorresti tanto andare …


5 casting e provini del mondo dello spettacolo aperti in Italia

26.02.2018

Il mondo dello spettacolo ha avuto sempre un cert…


Casting: elenco di provini e selezioni aperti

21.02.2018

E’ tempo di casting per arrivare al successo! Qua…


Paolo Salvaderi “RadioMediaset cantiere di sperimentazione, dico no alla radiovisione”

06.11.2017

Lamiaradio vi propone oggi un’intervista esclusiv…


Gianna Nannini pubblica «Amore gigante»

01.11.2017

La cantautrice pubblica il nuovo album «Amore gig…


Bob Dylan, tre serate ad aprile a Roma

29.10.2017

E' il premio Nobel Bob Dylan il primo grande ospi…


Power Hits Estate 2017: è sold out l’evento Rtl all’Arena di Verona

04.09.2017

Sold out per il grande evento “RTL 102.5 Power Hi…


RMC radio ufficiale della mostra del cinema di Venezia

30.08.2017

Radio Monte Carlo, si sa, ha da sempre un feeling…


R101 alla conquista del web

10.08.2017

Il ‘parco’ delle webradio di R101 si è arricchito…


Showtime per RDS MUSIC MARATHON

13.03.2017

Sogni di esibirti come una star davanti ad un ver…


A Carlo Conti il Premio Santa Chiara 2016

12.12.2016

Il noto presentatore si aggiudica l'ambito premio…